la-staffetta

LA STAFFETTA

Il cross nazionale del Centro Sportivo Italiano ha chiuso i battenti del primo quarto della stagione agonistica 2017.

Atleti scafati e neofiti si sono cimentati con pari entusiasmo e determinazione e arricchito ulteriormente il già nutrito palmares virtusino con titoli regionali individuali e di società. Termoli, Isernia, Colle d’Anchise, Castropignano, Ancona, Gubbio, Cesenatico sono le tappe di questo esaltante tour invernale e menzionarne i protagonisti sarebbe impresa ardua.

Più facile, proprio perché di fresca data, è rendicontare sulla trasferta di Cesenatico.

Capitanati addirittura dal presidente, ben quindici atleti, due dirigenti, tre tecnici e un nutrito gruppo di familiari hanno condiviso l’entusiasmo e le emozioni dei campionati nazionali di cross del Centro Sportivo Italiano. Dalle nove alle quindici, con una piccola sosta per rendere omaggio al generoso e tradizionale pane e frittata, si sono avvicendati gli Esordienti, i Ragazzi, i Cadetti, gli Juniores ed i Seniores dando vita a competizioni davvero entusiasmanti. Più che soddisfacenti i risultati ottenuti.

Anche se solo Rossella e Letizia hanno potuto indossare la medaglia per il quarto e il quinto posto ottenuti nelle loro rispettive categorie, Giovanni, tra i Ragazzi, ha corso una gara impeccabile mancando il podio solo per un soffio. Chiara, Vanessa e Alessia, Lorenzo, Jacopo e Giacomo hanno dato vita, tra i loro coetanei, a prestazioni davvero positive. Altrettanto soddisfacenti le prove di Francesco, Miriam e Francesca tra i Cadetti mostrando tutt’altra faccia rispetto al non esaltante cross di Gubbio. Davide e Mario, dal canto loro, hanno saputo gestire con intelligenza e saggezza la loro prova ottenendo risultati alquanto lusinghieri mentre Pasquale, decimo tra gli Assoluti, è stato artefice di una gara straordinaria rispondendo con forza e generosità al ritmo incalzante di concorrenti quanto mai agguerriti.

Il cross consegna, nel migliore dei modi, il testimone alla pista. Spetta ora anche a lanciatori, saltatori e velocisti correre la loro frazione. Le premesse ci sono tutte per effettuare cambi perfetti e garantire continuità ai risultati fin qui raggiunti.

Il 29 aprile, intanto, si disputeranno le Virtusiadi 2017. La manifestazione, organizzata e gestita direttamente dagli atleti della società, si svolgerà nella piazza municipale del capoluogo e sarà finalizzata a decretare il più veloce, il più forte, il più resistente ed il più agile di Campobasso.

Sarebbe stato bello e opportuno raccontare anche del weekend in montagna, ma sarà fatto in un’altra occasione. Dico solo che, grazie ancora una volta a Franco, tutto è filato per il meglio e si è realizzata l’ennesima, straordinaria favola da scrivere e narrare quando si parlerà di Virtus.

                                                                                              Roberto Palladino