CI VEDIAMO PRESTO!

di Claudia Gianfagna

Finalmente progressi! Piano piano diventa sempre più evidente quella luce in fondo al tunnel così fioca qualche mese fa. Ci siamo: dal 4 maggio potremo finalmente correre allontanandoci dalle nostre case, il che è sicuramente un grande traguardo per noi atleti e uno stimolo di forza ed energia per tutti.

La situazione di emergenza dettata dal Covid-19 ci ha tenuti per tutte queste settimane vincolati alle nostre case, con le catene alle caviglie. Non allontanarsi più di 200 metri ha sicuramente penalizzato noi atleti, abituati a macinare sotto le nostre scarpe chilometri e chilometri. Tuttavia, il nostro irrefrenabile desiderio di correre non si è fatto scoraggiare neanche da un momento difficile come questo.  E gli sforzi di tutti stanno dando i loro primi frutti: la situazione sembra migliorare tanto che a fine mese, forse, potremo tornare come una vera squadra al nostro amato campo che ci manca tanto.  

In questo lungo periodo di ristrettezza abbiamo mantenuta viva la motivazione, anche nello scoramento, quando abbiamo ripensato a quei momenti trascorsi assieme, stampati indelebilmente nel nostro cuore, ma soprattutto a quelli che avremmo potuti vivere se non ci fosse stato questo inopportuno intoppo. E che tasto dolente sono state le gare, la nostra principale fonte di stimolo! È stato davvero difficile rimanere risoluti di fronte alla loro sospensione.

Un immenso grazie va ai nostri allenatori che, seppure da lontano, non ci hanno mai lasciati soli: siamo rimasti in contatto telefonicamente con i programmi che ci hanno inviato ogni settimana per consentirci di mantenere una buona condizione fisica. Certo, l’efficacia degli allenamenti svolti senza la supervisione dell’allenatore potrebbe risentirne pesantemente sulla prestazione. Questa situazione, quasi sicuramente, condizionerà il rapido raggiungimento di una forma ottimale ma, consapevoli di ciò, stiamo cercando, sempre nel rispetto delle regole imposteci, di allenarci con il massimo impegno.

Poco prima del lockdown, prove agonistiche di spessore attendevano molti di noi. C’era chi si sentiva pronto ad affrontarle e chi magari era ancora un po’ dubbioso e intimorito, ma la bramosia di gareggiare è un fattore che, innegabilmente, accomuna tutti e, dal momento che l’attesa aumenta il desiderio, abbiamo fiducia che il ritorno al campo sarà ancor più entusiasmante. Proprio come le molle a pressione, sarà un’esplosione: questa clausura ci ha caricati fin troppo!

Confidiamo di superare quanto prima questo brutto periodo per raggiungere e, magari, migliorare quei risultati a cui tanto aspiriamo.

Virtus, ci sei mancata davvero tanto con i tuoi colori che da sempre riflettono la lucentezza dei sorrisi, immancabili in ogni occasione gialloblù. Ci rivedremo presto! Non vediamo l’ora!