“L’UNIONE FA LA FORZA”

 LA VIRTUS AI CAMPIONATI NAZIONALI DI CROSS DEL CSI

 

È tutto pronto: borsoni nei furgoncini e via, la Virtus si avvia verso Monza.

È la mattina del venerdì 5 aprile quando i virtusini si dirigono verso la città lombarda per cogliere l’occasione di misurarsi un’ultima volta sulla superficie sterrata. Ma non è un’occasione qualunque: gli atleti hanno la possibilità di confrontarsi con avversari provenienti da tutt’Italia. Il giorno seguente, infatti, si svolgerà, nel verdissimo parco di Monza, il 22esimo campionato nazionale CSI di corsa campestre. È una ricorrenza non indifferente per la Virtus: il nostro gruppo sportivo ha da sempre partecipato a questi campionati riportando a casa, sistematicamente, qualche medaglia. E anche quest’anno non sarà da meno.

In perfetto orario, i furgoncini gialloblù lasciano il capoluogo molisano puntando verso l’alta Italia. Si deve affrontare un viaggio di non poche ore, ma la comodità dei veicoli appena rinnovati e l’ottima compagnia, sempre garantita dalla Virtus, lo fanno percepire decisamente più breve. Le ore passano tra canzoni alla radio, racconti, battute, risate e ovviamente doverose dormite. Ogni guerriero ha bisogno di un po’ di riposo prima della sua battaglia, no?

L’arrivo nel primo pomeriggio ci consente numerosi vantaggi: fissare il gazebo nel posto ritenuto più adatto e studiare attentamente il percorso di gara.

A sera, ci rechiamo in un accogliente hotel di Sesto San Giovanni. Dopo cena, durante una piacevole passeggiata, ci imbattiamo in un palazzetto del ghiaccio e lì assistiamo ad incantevoli balletti sui pattini di agili ragazzine. Davvero un pizzico di magia.

 L’indomani, alle 6.30 suona la sveglia. Colazione e via, verso il campo gara. Alle 9 aprono le competizioni gli Esordienti. C’è il nostro giovane e grintoso Gabriele che, sostenuto dal tifo dei compagni di squadra, riesce a classificarsi 21esimo. Niente male! Tocca poi ai Ragazzi con Giacomo e Nikolay che conseguono la 35esima e la 64esima posizione. A seguire, è il turno dei nostri tre Cadetti. Su 160 concorrenti, Giovanni, dando prova delle sue capacità, agguanta il 22esimo posto mentre Jacopo e Lorenzo risultano rispettivamente 39simo e 62esimo. Bene! Uguale, non solo nel cognome, ma anche nella posizione, Chiara, la sempre sorridente sorellina di Lorenzo, che ottiene la sua medesima posizione. Tocca poi alle due inseparabili amiche: la mezzofondista Claudia e la velocista Giulia che si aggiudicano rispettivamente il 34esimo e 58esimo posto.

Ma, proprio come quando si mangia il piatto preferito, il meglio viene lasciato alla fine. Letizia conferma il suo valore correndo forte e con tenacia fino a conquistare il terzo gradino del podio e Leo, appagando le più velleitarie aspettative, indossa la maglia di campione italiano Assoluto del CSI.

È salita dunque sul podio ben due volte la nostra dolcissima mascotte: il morbidissimo peluche di elefante in gialloblù, battezzato in questa occasione dai più piccoli “E-leo”, in onore del trionfo di Leo e, ovviamente, in ricordo del fondatore della Virtus, Leo Leone.

Sebbene stanchi per l’intera giornata vissuta a rincorrere per tifare i colori giallo blu, gli atleti, gli allenatori e quei genitori che hanno seguito i propri figlioli nella trasferta, sono tutti rimasti positivamente soddisfatti.

Ancora una volta si è evidenziato l’indissolubile legame che unisce tra loro ciascun membro della Virtus e questo costituisce sicuramente uno dei suoi punti di maggior forza.

                                                                                             

                                                                                                                                                                                                                                 Claudia Gianfagna