fotosito-francesco

LA VIRTUS CONQUISTA 8 MEDAGLIE AI CAMPIONATI ITALIANI C.S.I.

Il fine settimana appena conclusosi ha regalato emozioni e vittorie per l’atletica molisana, in particolare grazie al Gruppo Sportivo Virtus. La società campobassana si è resa protagonista di una serie di affermazioni conseguite lungo l’intero Stivale, vedendosi impegnata contemporaneamente in Trentino, nel Lazio ed in Sicilia, a conferma dell’impegno totale profuso dalla società gialloblu nel consentire ai propri atleti di vivere esperienze uniche, confrontandosi con avversari di ogni parte di Italia.

Si parte dunque da Cles dove, dall’8 al 10 settembre, si sono svolti i ventesimi campionati italiani su pista di atletica leggera del Centro Sportivo Italiano. La splendida località trentina è stata la perfetta cornice in cui si sono cimentati oltre 1700 atleti giunti ai piedi delle Alpi da ogni parte di Italia per contendersi i titoli di campione nazionale per l’anno 2017. A rappresentare il Molise è stato, come da tradizione, il Gruppo Sportivo Virtus, affiliato all’ente di promozione sportiva da oltre 50 anni, con una ventina di atleti pronti a dare battaglia in tutte le categorie.

Tra piazzamenti di rilievo e piccole delusioni, la Virtus ha conquistato ben 8 medaglie, di cui 3 d’oro, 4 d’argento ed una di bronzo. La prima giornata di gare ha subito visto protagonista l’alfiere della società campobassana Leo Paglione, che non ha smentito le attese confermandosi campione italiano sia nei metri 1500 che nei 5000 seniores, al termine di due prove vinte con autorità. Sempre nel mezzofondo, due medaglie d’argento sono arrivate nei 3000 metri seniores, con Letizia Di Lisa, e nei 1500 metri juniores, grazie a Rossella Santanelli; per gli atleti allenati da Andrea Piscopo, dunque, un bottino di 2 ori e 2 argenti che ha coronato il duro lavoro di preparazione svolto nel corso dell’anno.

La terza medaglia d’oro della spedizione è stata invece ottenuta da Davide Tizzani, che si è laureato Campione Italiano nel salto in lungo categoria seniores con un buon balzo a 6.40 metri, misura lontana dal suo primato personale, ma ottenuta al termine di una gara fortemente condizionata dal maltempo. Sempre nel salto in lungo, ottimo secondo posto ottenuto nella categoria cadetti da Ivan Allegretto; a completare il trittico di medaglie conquistate dagli atleti allenati da Roberto Palladino, è stato il giavellottista Nicola Rossodivita che, malgrado il bronzo ottenuto, ha parzialmente deluso le attese di chi lo vedeva tra i probabili vincitori.

Infine, una gradita sorpresa è arrivata dal settore della marcia, con Francesco Benvenuto che, tra i cadetti, ha conseguito un brillante secondo posto, al termine di un’appassionante rimonta che lo ha visto arrendersi solo davanti alla marcia irregolare del vincitore, erroneamente non sanzionata dai giudici di gara. Per l’atleta, allenato da Dino Mucci, si prospetta un futuro roseo in un settore che ha sempre regalato grandi soddisfazioni al Gruppo Sportivo Virtus.

Contemporaneamente, ad oltre 1500 chilometri di distanza, una piccola rappresentanza virtusina si è resa protagonista del 4° Tour delle Terre Iblee, competizione a tappe che, percorrendo splendidi itinerari nell’affascinante territorio siciliano, si conclude a Scicli, meraviglioso borgo in provincia di Ragusa. Sotto la supervisione del tecnico, Maurizio Paladino, è andata di scena una avvincente competizione che ha visto trionfare, nella categoria M55, l’atleta della Virtus Pasquale De Lisio. Tra gli M50, invece, Andrea Palladino ha conseguito un lusinghiero secondo posto, al termine di una tre giorni che ha visto gli atleti impegnati in altrettante tappe per un totale di 21 chilometri.

Infine, ad Isola del Liri, in provincia di Frosinone, netta affermazione di Paola di Tillo nella gara podistica nazionale “Correndo il Liri”. L’atleta virtusina ha dominato la prova, percorrendo i 27 chilometri del percorso nel tempo di 1 ora e 54 minuti, nuovo record della manifestazione.

                                                                                                                                                                    Francesco Palladino