paola-di-tillo

CONFERME E SPERANZE

Con le prime rondini a solcare i cieli primaverili, si risveglia anche l’attività su pista per l’atletica molisana, ed il Gruppo Sportivo Virtus di Campobasso si presenta subito pronto ai primi appuntamenti importanti della stagione.

A Massa Carrara, domenica 22 aprile, Leo Paglione ha centrato il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani su pista nella distanza dei 10000 metri, con il lusinghiero crono di 30’53’’77; per l’alfiere della società campobassana si tratta del primato personale, e conferma le ottime impressioni destate dal ventiseienne nel corso della stagione invernale di cross appena conclusasi.

Contemporaneamente, nelle Marche, i compagni di squadra virtusini hanno preso parte al 34° Trofeo “Città di Ascoli”, riuscendo in alcuni casi a salire sul gradino più alto del podio.

Tra essi, ottima conferma nel salto triplo categoria Promesse per Davide Tizzani, primo con la misura di 14.25 metri. Nei 1000 metri categoria ragazzi, a tagliare per primo il traguardo è stato Giovanni Calcutta, con l’ottimo crono di 3.06”87; nella stessa gara, buon quinto posto per l’altro virtusino Lorenzo Mitri (3’24”73). L’altra vittoria per i portacolori gialloblu è infine giunta per merito della junior Claudia Nuozzi che, sempre nel salto triplo e con la misura di 10.40 metri, è atterrata più lontana di tutte.

Piazzamenti di prestigio sono arrivati nel lancio del disco, con Emanuele Casmirro che, scagliando l’attrezzo a 31.17 metri, si è classificato al terzo posto tra le Promesse; identico piazzamento, nel salto triplo Allievi, per Alessio Mitri, con la buona misura di 12.51 metri e per Giacomo Garofalo, nei 600 metri Esordienti, chiusi in 2’05”44. Quarto posto, negli 800 metri Promesse, per Letizia Di Lisa, in 2’21’’19; nella stessa distanza, tra le Juniores, Rossella Santanelli è giunta ottava, con il tempo di 2’32’’98. Un lusinghiero quinto posto è stato conquistato dal cadetto Ivan Allegretto, negli 80 metri piani: il giovanissimo velocista, promessa dell’atletica molisana ed al primo anno di categoria, ha fermato il crono a 9”92; quinti sono giunti l’Esordiente Gabriele Biello, nei 600 metri, con il crono di 2’10”18, e Alessia Berardo, nei 1000 metri Ragazze, chiusi in 3’41”91; sempre nei 1000 metri, ma nella categoria Cadette, Miriam Stivaletti si è classificata ottava, con il tempo di 3’33”0; nei 3000 metri juniores, buon nono posto per Mario Di Donato, chiusi in 3’41”14, mentre al quindicesimo posto hanno concluso la propria prova Francesca Testa nei 1000 metri (3’49”0) cadetti e Francesco Benvenuto nei 1000 categoria Cadetti (3’11’’62).

La classifica finale ha visto il Gruppo Sportivo Virtus conquistare un buon sesto posto.

A chiudere l’ottima giornata ci ha pensato, a Castel Bolognese (RA), la fondista Paola Di Tillo; la forte atleta campobassana, reduce da un fastidioso infortunio che l’ha tenuta ferma per diversi mesi proprio nel periodo clou della preparazione, non è riuscita a ripetere la vittoria ottenuta lo scorso anno nel Campionato Italiano Assoluti della 50 chilometri di corsa su strada, ma, al termine di una gara tirata, in cui ha dato prova di grande spirito di sacrificio e gestione delle energie, la virtusina è salita sul terzo gradino del podio, fermando il crono ad un ottimo 3 ore e 40 minuti, ben al di sotto del suo precedente primato personale. Il magnifico risultato non può che infonderle ulteriore fiducia e consapevolezza nei propri mezzi, in vista di una possibile convocazione per i prossimi impegni della nazionale italiana nelle ultramaratone.

 

Francesco Palladino