Francesca e Lorenza

A VOLTE BASTA UN SORRISO

  Lontane ormai dalla pista da diversi anni, Francesca e Lorenza dimostrano di avere ancora tanta buona volontà, apprestandosi ad indossare scarpette e pantaloncini e correre nelle strade dell’adottiva Pescara.    

  Tante cose sono cambiate per loro… ormai studentesse universitarie, gli impegni e le priorità sono ben diverse da quando, ancora spensierate, si allenavano al campo di atletica leggera di Campobasso.

  La sana abitudine della corsa, intensificata in vista della prova costume, ha permesso loro di tornare indietro con i ricordi, ripensare al primo incontro dopo il quale non si sarebbero mai più separate.

   Lorenza era parte della Virtus da tempo, mentre l’inesperta Francesca, che si affacciava da poco a quella realtà, venne affidata alle cure di Cristina, riferimento per i più piccoli. Lorenza percepì presto il disagio di Francesca e, appena terminato il suo allenamento, decise di confrontarsi con la nuova arrivata, regalandole subito un grande sorriso.

  Scansato l’imbarazzo iniziale e approfondendo la conoscenza, allenamento dopo allenamento, Francesca capì immediatamente, grazie ai racconti della più esperta, che quella sarebbe stata la sua seconda famiglia. Ciò che permise ad entrambe di fortificare ulteriormente l’indissolubile legame che ancora oggi le lega fu l’esperienza del campeggio, occasione prolungata di piena convivenza. Preparate dagli allenatori anche ai rischi che poteva comportare una tale vicinanza, entrambe sentirono, invece, che il loro rapporto sarebbe stato più forte.

  Così è stato.

  E oggi si ritrovano a condividere la casa, lo studio in biblioteca, la cene in allegria e tutte le piccole cose che appartengono alla vita universitaria. Questa è la storia di una grande amicizia, di un profondo legame, debitore nei confronti della comune passione per l’atletica. Proprio con la Virtus, sia Lorenza che Francesca hanno imparato quei valori preziosi che solo un’esperienza sportiva collettiva e di condivisione è capace di dispensare. Ancora oggi non dimenticano quanto sia importante avere delle sane abitudini…ragion per cui, anche se stanche dopo una giornata all’ università, trovano il tempo per correre insieme, in memoria dei vecchi tempi.