LA VIRTUS SI AGGIUDICA IL 47° TROFEO  “LUIGI DI NUNZIO”

 Di Nunzio

  Come da tradizione, si chiude con il trofeo “Luigi Di Nunzio” l’annata agonistica dell’atletica molisana. La più antica manifestazione podistica regionale, giunta quest’anno alla 47esima edizione, si è svolta nella suggestiva cornice della valle del Biferno, a Castropignano (ex Motel Roberto); un centinaio di atleti si sono dati battaglia per aggiudicarsi l’ambito trofeo messo in palio dal Gruppo Sportivo Virtus, società organizzatrice della manifestazione. Il sodalizio campobassano, reduce da un’annata densa di successi sportivi in campo nazionale e da una edizione spumeggiante della Su e Giù, ha onorato come ogni anno la memoria di uno dei suoi più cari atleti, scomparso in un tragico incidente stradale quasi cinquant’anni fa.

    Le gare hanno visto impegnati gli atleti di tutte le categorie, dagli Esordienti agli Assoluti, e a confermarsi vincitori sono stati i dominatori della stagione agonistica appena conclusasi.

    Le piogge, cadute copiose durante la notte, hanno reso ancor più impegnativo il già ostico percorso, mettendo a dura prova i muscoli degli atleti, mentre un clima invernale non ha raffreddato gli animi di chi ha voluto essere presente anche solo per incitare i propri beniamini.

    Gli atleti virtusini, malgrado alcune defezioni di rilievo, si sono fatti valere, conseguendo vittorie e piazzamenti d’onore in tutte le singole prove. Al termine delle gare, la classifica finale ha visto dominare il Gruppo Sportivo Virtus, primo con 144 punti e seguito a debita distanza dalla Polisportiva Molise, seconda a 40 lunghezze. Sono stati distribuiti premi ai primi cinque classificati di ogni categoria, mentre ai vincitori della gara riservata alle categoria Ragazzi e Ragazze è stato assegnato il premio “Chiara Felicita”, in ricordo di un piccolo angelo che ci ha lasciato prematuramente qualche anno fa.

    Si è in tal modo conclusa un’annata che ha regalato ai colori virtusini piccole delusioni, ma grandi soddisfazioni: Leo Paglione, Claudia Nuozzi, Marco Merlo, Laura Palladino, Paola di Tillo, Romualdo Bibbò sono soltanto la punta di un iceberg che pian piano, sotto il pelo dell’acqua, sta ingrossando le proprie radici per puntare, negli anni a venire, a traguardi elevati come l’entusiasmo che, da sempre, anima i nostri cuori.

    Buon 2015!